top of page

Maldive: tutto l'oceano a mia disposizione

Aggiornamento: 18 apr

Ho sempre viaggiato moltissimo, ma ho iniziato a farlo in solitaria solo nel 2005. In principio, non credevo ci sarei riuscita. La sola idea mi metteva paura, angoscia, ansia, perfino imbarazzo.

E pensare che dai sei ai quattordici anni, insieme ai genitori, ho visitato mezza Europa e parte dell’Asia e dell’Africa in camper e che, da neopatentata, ho battuto la Spagna in lungo e in largo per un mese intero insieme al fidanzato.

La parola chiave è questa: INSIEME.

Per me il viaggio aveva sempre significato condivisione così, quando alla soglia dei quarant’anni mi sono ritrovata single, la mia globetrottermania ha subito una battuta d’arresto.


Ho scandagliato tutte le amicizie alla ricerca di una compagna o un compagno di viaggio, ma pareva fossi l’unica single, senza figli, problemi di soldi e, soprattutto, con del tempo a disposizione.

Seduta davanti alla tv, mi imbottivo di documentari del National Geographic, sbavavo davanti ai reportage di Dream’s Road e di Turisti per Caso. Facevo scorpacciate perfino di Orrori da gustare, solo perché Andrew Zimmern, nella sua ricerca di schifezze da assaggiare, mi mostrava scorci di paesi che avrei voluto visitare.

Niente leniva la mia viaggio-dipendenza. A un certo punto l’astinenza è diventata così intollerabile da vincere le paure. Ho fatto un biglietto aperto per la Nuova Zelanda e sono partita per un viaggio on-the-road di due mesi. Forse un po’ estremo come primo esperimento, ma ha funzionato perché da allora non ho più avuto remore nell’intraprendere un viaggio da sola, perfino alle Maldive, meta che la maggior parte delle persone considera per sole coppie (o famiglie).

È un mito che voglio sfatare.

Non so cosa cerca la gente alle Maldive. Personalmente ci sono stata – e ci tornerò – per la pace, il silenzio, il contatto diretto con la natura, le spiagge incontaminate, il mare piatto, la variegata fauna marina, i tramonti caleidoscopici e di tutto questo si può godere anche da soli.


Alle Maldive ho provato un senso di isolamento e allo stesso tempo libertà raramente sperimentato altrove. Isolamento, perché trovarmi su uno spicchio di sabbia circondato dall’Oceano, mi fa sentire un po’ come una formica che galleggia in un liquido sconfinato sopra una foglia. La libertà è invece quella di non indossare mai scarpe, pochissimi vestiti e di stare in compagnia o in solitudine a mia scelta.

Non tutte le isole delle Maldive offrono ciò che ho appena descritto. Molte somigliano ad affollati parchi giochi con gente pronta a partecipare qualsiasi stupidaggine, altre sembrano surrogati di discoteche riminesi.

Basta scegliere bene. I miei criteri sono questi: atolli più lontani possibili da Malè, pochi bungalow, soggiorno consentito a soli adulti, animazione inesistente o soft, come la chiamano certi tour operator.


Durante il mio ultimo soggiorno alle Maldive, ho trovato perfino il modo di uscire in dohni ogni giorno e avere la barca a mia – quasi – totale disposizione. Mi sono aggregata alle escursioni del centro diving. In navigazione, mentre i flippati delle immersioni stavano nel pozzetto a confrontarsi su attrezzature e esperienze, io mi godevo il sole e un buon libro sul fly.

Quando il dohni gettava l’ancora e tutte le mute, le bombole e le pinne sparivano sott’acqua scendevo nel pozzetto a godere dell’ombra e del silenzio rotto solo dallo sciabordio dell’acqua sullo scafo e poi facevo il bagno senza anima viva intorno, con tutto l’oceano a mia disposizione.


Se ami i racconti di viaggio, dai un'occhiata al mio romanzo “Prove tecniche di solitudine”: il resoconto di un’avventura in solitaria in Nuova Zelanda.

A questo link puoi vedere tutte le foto del viaggio e leggere estratti del romanzo https://nerocomescrivi.wixsite.com/nuova-zelanda/il-viaggio-per-immagini


------------------------------

Ciao, sono Eleonora Scali e sei sul mio blog

Qui trovi molti articoli su argomenti diversi:

viaggi, ma anche curiosità sul mestiere di scrittore, il dietro le quinte di un romanzo, recensioni di libri che mi sono particolarmente piaciuti e racconti su di me, le mie passioni e i romanzi che scrivo.





15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Ciao Carmen!

留言


Iscriviti al sito
per essere avvisato quando esce un nuovo articolo sul blog
e per ricevere give-away o info su offerte speciali e sconti sui miei romanzi

Grazie per esserti iscritto al sito!

bottom of page