top of page

Tutte le storie sono già state scritte

Aggiornamento: 18 ore fa


Sento spesso dire che “tutte le storie sono già state scritte” e in buona parte concordo.

Cos'è, allora, che rende un romanzo originale o memorabile rispetto a un altro?


Secondo me, vari fattori.


Il punto di vista: in L𝑜𝑙𝑖𝑡𝑎 (Nabokov) il narratore di una storia di pedofilia è il pedofilo stesso e si propone in modo tale da risultare come vittima. In Il peso della farfalla (Erri De Luca) si scontrano/incontrano i punti di vista di preda e predatore. In La metafisica dei tubi (Natalie Nothomb) l'autrice racconta la sua vita da 0 a 3 anni calandosi nei panni della bambina in quel momento, e non come adulta che ricorda.

Particolari scelte stilistiche: il romanzo 𝐼𝑛 𝑐𝑢𝑙𝑜 𝑎𝑙 𝑚𝑜𝑛𝑑𝑜 (Antònio Lobo Antunes) è un dialogo del narratore con un interlocutore che non parla mai. Il viaggio dell'elefante è solo uno dei tanti romanzi in cui Josè Saramago utilizza una innovativa gestione di dialoghi e punteggiatura. L'Ulysses di Joyce è una pietra miliare di quello che si chiama il "flusso di pensiero".

La riconoscibilità dei personaggi: nomi come Sandokan (Emilio Salgari), Anna Karenina (Lev Tolstoj), Sherlock Holmes (Artthur Conan Doyle) o Grenouille (Il profumo, Patrik Suskind) sono impressi per sempre nella memoria di chiunque abbia letto questi romanzi.

Un'ambientazione insolita: ad esempio, uno stato totalitario basato sul razionalismo e privo di emozioni (Un mondo nuovo di Aldous Huxley); un misterioso Centro, fulcro di ogni attività economica e amministrativa, che costringe chi vive all'esterno a un asservimento totale (La Caverna di José Saramago); un mondo in cui i libri sono banditi e i pompieri, armati di lanciafiamme, fanno irruzione nelle case dei sovversivi che li conservano per dar loro fuoco (Farenheit 451 di Ray Bradbury); una civiltà governata dai maiali (La fattoria degli animali di George Orwell)

La qualità di scrittura: fra gli autori italiani contemporanei, personalmente trovo Marcello Fois, Michele Serra e Nicccolò Ammaniti ottimi esempi di un alto livello di scrittura: curata, asciutta, godibile, priva di sbavature. Un plauso lo faccio anche a traduttori, secondo me eccelsi, come Silvia Pareschi (Le correzioni di Johnathan Franzen), Vincenzo Mingiardi (Animal di Indra Sinha), Susanna Basso (Espiazione di McEwan) o Rita Desti, che riesce a tradurre l'originalissimo stile di Saramago.

L'immaginazione: Harry Potter, Le cronache di Narnia e Il signore degli anelli sono solo tre esempi di come la fantasia dell'autore possa produrre romanzi tanto originali quanto indimenticabili.

Ai lettori chiedo: qual è l’autore che più amate per la sua originalità? E, in cosa lo trovate originale?

-----------------------------

Ciao, sono Eleonora Scali

e sei sul mio blog



HAI GIA' LETTO QUALCUNO DEI MIEI ROMANZI?









31 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti